A Ferrara il 3 e il 4 settembre 2021 prende vita un nuovo Festival musicale, che prende ispirazione dalla rassegna Dieci Giorni Suonati – svoltasi al Castello Sforzesco di Vigevano dal 2010 al 2012 e con un’edizione itinerante per Milano e hinterland nel 2013 – ripercorrendo la direzione della qualità musicale, della sostenibilità, della multidisciplinarietà, della suggestività della location, della cura dei dettagli in ogni aspetto della rassegna.

Comfort Festival™️ nasce da un’idea di Claudio Trotta risalente a qualche anno fa, prima della pandemia che ha fermato tutto il mondo dello stare insieme da 18 mesi e che attualmente si trova in una sorta di limbo fra l’essere e non essere.

Elemento portante è la ricerca del COMFORT.

A partire da quello di spendere 25 euro al giorno o 40 euro per l’abbonamento di due giorni per poter ascoltare ottima Musica dal vivo con la presenza di più di venti artisti italiani ed internazionali. I biglietti per il festival – sia per singolo giorno che l’abbonamento per i due giorni – saranno presto in vendita sui circuiti Ticketmaster, Ticketone e Vivaticket. Ciascuno spettatore potrà scegliere se utilizzare le nuove aree telo e distendersi in tutta comodità nella zona antistante i palchi, oppure godere dello spettacolo dalla classica seduta. Saranno previste inoltre diverse aree con possibilità di stendere il proprio plaid e delle aree relax con sdraio e tavolini, più un’area dedicata alle persone diversamente abili.

Il COMFORT di una bellissima location, dove solo circa quattromila persone al giorno potranno condividere, oltre alla Musica live del Palco COMFORT, anche piccole performance acustiche, letterarie e teatrali che si svolgeranno nel Palco A.R.M.O.N.I.A. a cura di Slow Music, per riscoprire il senso reale di fruizione della bellezza in tutte le sue forme e il benessere intimo che può regalarci quando vissuta adeguatamente.

 

Il Parco Urbano Bassani

Dedicato allo scrittore Giorgio Bassani, compreso tra la città e il Po, antica riserva di caccia degli Estensi, il parco si compone di una serie di vie, ciclabili e pedonali, aree prative e lacustri. È facilmente raggiungibile sia in auto sia con i mezzi pubblici; durante la manifestazione saranno inoltre attivi speciali servizi di navetta.

 

Il festival si struttura su due palchi: il Palco Comfort, dedicato ai concerti, e il Palco A.R.M.O.N.I.A. a cura di Slow Music, che proporrà una serie di piccole performance acustiche e teatrali nonché dedicate alla letteratura.

Slow Music ETS è un’associazione no profit costituita nel 2018, nata da un’idea di Claudio Trotta, fondatore di Barley Arts. Quindici i soci fondatori, che hanno deciso di aderire e contribuire a Slow Music. Come evidenziato nel Manifesto, uno degli atti costitutivi del Movimento, Slow Music è un progetto culturale che propone la filosofia del giusto e dell’etico, attraverso programmi di educazione e formazione legati alla musica, al fare musica, all’ascoltarla in profondità, alla gestione di progetti ed eventi del mondo musicale da condividere in un giusto rapporto con gli ascoltatori. Nel 2019 e nel 2020 ha portato con successo tra le montagne lombarde, in collaborazione con Regione Lombardia ed ERSAF, le prime due edizioni del progetto A.R.M.O.N.I.A., con un totale di 24 ore di spettacolo dal vivo, in 11 giornate e 6 tappe, oltre 130 tra musicisti e artisti italiani e internazionali, ingresso gratuito per il pubblico, in meravigliosi spazi all’aperto che meritano di essere sempre più valorizzati e frequentati. Con l’obbiettivo di occuparsi di tutto ciò che indica l’acronimo: Ambiente Risorse Musica Opportunità Natura Identità Arte. Eventi con un minimo impatto ambientale, plastic free, economicamente sostenibili, rispettosi delle risorse a disposizione e del territorio dove si svolgono, per un pubblico attento e curioso, con il contributo di giovani che partecipano all’organizzazione e vengono inseriti nell’ambiente di lavoro, coinvolgendo in ogni luogo collaboratori a km zero, con attenzione e spazio a tutte le arti.

 

Palco Comfort

 

Venerdì 3 Settembre 2021

Edoardo Bennato & Band

Gianluca Grignani solo

Stefano Di Battista quartet suona Ennio Morricone

Paolo Benvegnù

Matthew Lee quartet

Lovesick Duo

Filippo Graziani

The Cyborgs

Disarmo

Rinky Tinky Jazz Orchestra

 

Sabato 4 Settembre 2021

Hothouse Flowers

Nick Lowe solo

Morgan

Garbo

Joe Bastianich & La Terza Classe

Il Muro del Canto

Statuto

Tower Jazz Composers Orchestra

Kemama

Fabio Curto

 

 

Palco A.R.M.O.N.I.A. a cura di Slow Music

Acustica, Letteratura, Performance Art

Il calendario verrà svelato nei prossimi giorni.

 

Comfort Festival™️ offre altre iniziative gustose quanto i suoni provenienti dal palco. In contemporanea alla manifestazione e fino a domenica 5 settembre, sempre all’interno del Parco Bassani e a ingresso gratuito si svolgerà infatti una tappa di Streeatâ Food Truck Festival, l’originale e più famoso festival di Food Truck d’Italia, che farà assaporare al pubblico l’eccellenza di cibi e bevande di provenienza locale, a filiera corta, biologici ed artigianali che garantiscano una proposta variegata e di qualità.

Teatro Comunale di Ferrara quale produttore organizzativo e il Comune di Ferrara che ha patrocinato il Comfort Festival™ sono i principali sostenitori e partner di Barley Arts in questa nuova produzione.

«Il Comfort Festival™ è una grande novità di quest’anno che arricchirà ulteriormente il nutrito calendario di eventi di questa estate della ripresa» – dice il sindaco di Ferrara Alan Fabbri. «Il Parco Urbano è una nuova location che sarà animata da musica di artisti nazionali e internazionali, da ascoltare immersi nel verde, in un’area ampia, suggestiva, attrezzata. Un luogo unico su cui stiamo lavorando per renderlo sempre più fruibile e farne una cornice di grandi eventi. Siamo felici di poter collaborare con Claudio Trotta, il cui nome e la cui storia sono legati ad artisti internazionali di altissimo livello».

«Comfort Festival™ ha tutte le premesse per diventare uno degli eventi più qualificanti, a livello nazionale, di questa estate della ripresa.» – dice l’assessore Marco Gulinelli. «Gli ingredienti ci sono tutti: una firma prestigiosa come quella di Claudio Trotta, un’area, parco Bassani, unica, grandi cantanti e band sul palco e un’offerta amplissima che spazia dai diversi generi musicali alla letteratura.»

«La Fondazione Teatro Comunale di Ferrara – sottolinea il direttore del Teatro Abbado, Moni Ovadia – mette volentieri a disposizione le sue strutture tecnico-organizzative per realizzare questo breve ma intenso festival, fortemente voluto dal Comune di Ferrara e proposto dalla ulteriore proposta dalla Barley Arts di Claudio Trotta, struttura manageriale della musica con una grande storia e una indiscussa professionalità. In questo momento storico, Ferrara mostra una grande volontà di uscire dall’isolamento del Covid e da tutte le ricadute sociali che ne conseguono; lo fa nel migliore e più efficace dei modi: con la cultura e lo spettacolo».

 

Radio Subasio è la radio ufficiale della prima edizione di Comfort Festival™️.

 

Fonoprint e Coop sono partner del festival; Fonoprint lo sostiene anche con la partecipazione dei suoi artisti Disarmo e Fabio Curto.

Arezzowave presenta Paolo Benvegnù.

 

Barley Arts è un solido punto di riferimento in materia di organizzazione di show per tutti gli appassionati di musica e gli amanti dell’intrattenimento. Claudio Trotta, suo fondatore, è riconosciuto a livello internazionale come uno dei più importanti promoter. Negli anni ha prodotto e promosso oltre quindicimila concerti di artisti italiani e internazionali in tutto il mondo, tra i quali AC/DC, Queen, Kiss, The Cure, Bruce Springsteen (che ha portato in Italia 33 volte dal 1999 a oggi), Tom Waits, Frank Zappa, Lenny Kravitz, Van Morrison, Loreena McKennitt, Ray Charles, Norah Jones, Ry Cooder, Guns N’ Roses, Aerosmith, The Chemical Brothers, Mika, Deep Purple, Pearl Jam, Ligabue, Renato Zero, Gianna Nannini, Litfiba, Elio e le Storie Tese, Ben Harper, Anderson Paak, Flaming Lips, The White Buffalo, John Butler, Niccolò Fabi e moltissimi altri. Ha ideato una serie di festival e rassegne di diversi generi come Monsters of Rock, Irlanda in Festa, Laghi Lombardi in Festival, Monza Rock Festival, Fleadh, Balkanika, Flippaut, Diversi Suoni al Conservatorio, Live Across, Dieci Giorni Suonati, Hello Folks Sessions e Streeatâ Food Truck Festival. Inoltre, ha prodotto in Italia spettacoli per famiglie ed eventi di edutainment come Walking With Dinosaurs, BBC Earth Concerts, Lord of The Dance di Michael Flatley e spettacoli musicali come Titanic, Bahrati e We Will Rock You.

 

Fondazione Teatro Comunale di Ferrara

Prosa, danza, lirica, concerti, teatro sperimentale e per ragazzi, più di un centinaio di spettacoli all’anno e oltre 160 rappresentazioni. Il Teatro Comunale di Ferrara, dedicato a Claudio Abbado e tra i 29 teatri di tradizione in Italia, integra da sempre le due anime della Ferrara culturale: recupero delle proprie radici e al contempo modernità, repertorio classico e quello contemporaneo internazionale, con una crescente attenzione della critica e la formazione di un pubblico ampio e motivato. Non secondarie sono le attività di produzione, moltiplicate nell’ultimo anno – nonostante la pandemia – con la nuova amministrazione della Fondazione Teatro Comunale di Ferrara con presidente Michele Placido, direttore generale Moni Ovadia e direttore artistico Marcello Corvino.

Oltre al teatro di prosa, il Teatro Abbado si caratterizza per una forte attenzione alla lirica e alla danza, con una spiccata volontà alla formazione del proprio pubblico. “Vetrina” della danza contemporanea, dal 2000 Ferrara presenta la rassegna che raccoglie in esclusiva prime nazionali e debutti assoluti di coreografi provenienti da tutto il mondo (storiche le collaborazioni con Aterballetto, Virgilio Sieni Danza, Wim Vandekeybus, Saburo Teshigawara, Sasha Waltz, Pina Bausch e molti altri). L’attività lirica ha visto dai primi anni ‘90 la presenza di Claudio Abbado, che ha diretto a Ferrara alcuni degli allestimenti lirici più importanti. Oltre alle opere più note, il Teatro intende produrre titoli tra quelli mai rappresentati a Ferrara o fuori cartellone da almeno vent’anni (a dicembre Farnace di Vivaldi e Maria de Buenos Aires di Piazzolla). Uno spazio specifico sarà riservato al teatro musicale barocco e a produzioni proprie. La stagione concertistica, ideata e promossa da Ferrara Musica, vede al Teatro Comunale la costante presenza di direttori, solisti e formazioni orchestrali di rilievo internazionale.