Dopo le strepitose esibizioni di Van Morrison, Van Der Graaf Generator, Joe Jackson & Todd Rundgren, e in attesa della voce degli YES Jon Anderson di scena il 23 settembre, la Sala Verdi del Conservatorio di Milano conferma un nuovo prestigioso appuntamento : MARK OLIVER EVERETT e il suo progetto EELS.
Il tour, denominato “EELS WITH STRINGS”, farà tappa – in data unica in Italia – sabato 8 ottobre nella prestigiosa cornice del Conservatorio, nella sala che ospita le maggiori attività concertistiche di musica classica, seconda per resa acustica nel nostro paese solo alla Scala .

Terminata la parte americana del tour degli EELS, le recensioni parlano di oltre cento minuti di grande show, con la ruvida e graffiante voce di Mark Everett (aka “E”) che sconfina tra le spiagge di Brian Wilson, la dimessa vita hollywoodiana di Tom Waits, e le irregolari visioni cinematografiche di Randy Newman.

Gli EELS, da poco usciti con l’ultimo doppio lavoro “Blinking Lights And Other Revelations”, presentano uno show arricchito dalla presenza di un quartetto d’archi al femminile, oltre a Mark Everett e i suoi due polistrumentisti, Big Al e The Chet.

“Non pensavo di fare un tour quest’anno – afferma Mark Everett – Non avevo proprio l’animo giusto per andare in giro a suonare. Finchè una notte ero seduto in cortile quando mi è venuta questa idea e non mi sono più fermato per realizzarla. Ho pensato quale fosse la cosa per me più difficile da realizzare dopo aver fatto un doppio album. Questa cosa era una band di sette elementi trainati da un quartetto d’archi anziché da una batteria : una vera sfida ! All’inizio ero un po’ spaventato e nervoso, poi il live si è costituito al meglio.. c’è anche un tipo che suona una sega..”.

Il progetto "Eels with strings" nasce quindi come progetto ambizioso, anche se è lo stesso Mark ad abbassare i toni : “Non sto cercando di impressionare nessuno con la mia incostanza. Metto solo in pratica ciò che il cuore mi dice. La freschezza è un concetto importante per me. Voglio che le cose vengano sempre percepite come vibranti ed eccitanti. Concepisco ogni concerto come un maggiore sforzo creativo dello stesso, mai come la semplice riproduzione del disco”.

Mr. E suonerà tre differenti tastiere e chitarra acustica, Big Al (ossia Alan Hunter) sarà impegnato al contrabbasso e piano, mentre The Chet (Chet Lyster) si cimenterà tra chitarra pedal steel ed elettrica, mandolino, sega (sì, sega!), e un improvvisato kit di batteria costituito da un bidone della spazzatura e una cassetta degli attrezzi. Il quartetto d’archi (i violini di Palma Udovic e Julie Carpenter, la viola di Heather Lockie e il violoncello di Ana Lenchantin) non si limiterà a suonare i propri strumenti, ma sarà utilizzato anche come sezione ritmica alle prese con maracas, shakers e tamburelli.

I biglietti sono disponibili sul circuito Ticketone, in tutti i Punti Vendita TicketOne (per conoscere il Punto Vendita TicketOne più vicino visita il sito www.ticketone.it oppure chiama il Call Center TicketOne 899.500.022 (per informazioni e acquisto), telefonicamente con Pronto Pagine Gialle 89.24.24 (attivo 24 ore su 24).

Prezzi:

POLTRONISSIMA : 40,00 euro + 6,00 prev
PRIMA POLTRONA : 35,00 euro + 5,25 prev

SECONDA POLTRONA : 30,00 euro + 4,50 prev
SETTORE D : 25,00 euro + 3,75 prev
SETTORE E 25,00 euro + 3,75 prev

Sito ufficiale della band : www.eelstheband.com
Sito italiano della band :www.eelsitalia.com

IL CONSERVATORIO DI MILANO – NOTE

Il Conservatorio di Milano, sede di importanti stagioni di musica da camera e sinfonica, ha deciso di aprire le sue porte anche a concerti di altri generi musicali, affidandone la programmazione in esclusiva alla Barley Arts di Claudio Trotta, per gli anni dal 2005 al 2007.

La prima tranche della rassegna “Diversi Suoni al Conservatorio” si è conclusa con sei concerti di grande spessore seppur molto diversi tra loro per genere e pubblico. Ad inaugurare la stagione è stata Mary Gauthier, seguita una settimana dopo dalla voce femminile dei 99 Posse MEG (concerto sold-out). Entrambi i concerti si sono tenuti nella Sala Puccini, di minore capienza rispetto alla sorella maggiore, la Sala Verdi. Van The Man, ovvero il grande Van Morrison, ha avuto l’onore di battezzare la Sala Verdi, con un doppio concerto (13 e 14 aprile) che ha entusiasmato sia pubblico che lo stesso artista, famoso per l’accurata ricerca della perfezione sonora. Un nuovo concerto sold-out è arrivato ad inizio giugno, quando i Van Der Graaf Generator di Peter Hammill hanno incantato i 1.600 presenti. A chiudere la prima parte della stagione, è stato il turno di un duo d’eccezione : Joe Jackson & Todd Rundgren.

PROSSIMI APPUNTAMENTI AL CONSERVATORIO
SALA VERDI

VENERDì 23 SETTEMBRE – JON ANDERSON – “Solo – Work in Progress – Tour of the Universe”
SABATO 8 OTTOBRE – EELS – “Eels with Strings”

COME ARRIVARE AL CONSERVATORIO
Conservatorio di Musica "Giuseppe Verdi"
via Conservatorio, 12 20122
Milano

Metropolitana:
Linea 1 (Rossa) fermata S.Babila
dirigersi per via Borgogna, dopo il primo semaforo
a destra
Autobus:
linee 61 – 56 – 84

Sito ufficiale : www.consmilano.it

25 Settore D / E
30 Seconda Poltrona
35 Prima Poltrona
40 Poltronissima

Dettagli

Data:
8 Ottobre 2005
Categoria Evento:

Luogo

Conservatorio Milano
via Conservatorio, 12 - 20122 - Milano

Artista

Eels
Sito web:
www.eelstheband.com